Consigli per la quarantena

Siamo un po’ tutti in quarantena in questo periodo. La quarantena può essere un momento di riflessione, ma è anche difficile abituarsi a questo nuovo stile di vita (get used to this new life style). 

Ho raccolto qui alcuni link utili e risorse che possono essere utili per la tua quarantena.

Crea una routine precisa

Una cosa importante è mantenere la nostra routine, anche se siamo a casa tutto il giorno. È importante vestirsi, lavarsi, prepararsi come nei giorni normali. 

Ascolta qui i consigli della mitica nonna Rosetta:

Scegli un momento preciso per leggere le notizie

Choose a time of the day for the news

Lo so, leggere le notizie è una tentazione. I numeri del contagio, gli ospedali. Non dobbiamo disconnetterci dal mondo. Allo stesso tempo, però, dobbiamo trovare momenti di pace (we should find moments of peace during the day). 

Io leggo le notizie due volte al giorno, di mattina e di sera, prima di cena. Poi stacco il cervello (I turn my brain off and I do things that I like) e faccio le cose che mi piacciono: leggere, guardare un film, lavorare al mio podcast.

Se il tuo livello di italiano è avanzato, ti consiglio questo podcast:
Liberamente – Matteo è uno psicologo e ha un podcast interessantissimo sulla psicologia e le emozioni di tutti i giorni. Parla velocemente, ma il linguaggio non è difficile. I temi sono molto interessanti.

Ascolta un podcast

Listen to a podcast

I podcast sono una cosa straordinaria. Con i podcast possiamo imparare cose nuove (we can learn something new). Quando ascoltiamo un podcast che ci piace, ci sembra di essere con un amico (when we listen to a podcast we like, it’s like to be with a friend). Qui una lista di podcast che ti consiglio.

Per imparare l’italiano

Pensieri e Parole: il mio podcast che parla di letteratura e cultura italiana. Con questo puoi scoprire aspetti della cultura italiana che non conosci, mentre espandi il tuo vocabolario. Le trascrizioni sono molto utili per seguire il testo e imparare più velocemente. 

Altri podcast per studenti di italiano che consiglio:

  • L’italiano Vero: Massimo e Paolo sono molto simpatici, parlano in modo spontaneo e divertente di Italia e lingua italiana.
  • Con parole nostre: tre amiche Barbara, Elfin e Silvia si incontrano e parlano di diversi temi legati all’Italia e all’italiano. 
  • Easy italian news: per ascoltare le notizie in Italiano.
  • Italian with Lucrezia: la mitica Lucrezia è brava in tutto quello che fa! Il suo podcast è fantastico come il suo canale Youtube.
  • Podcast Italiano: Davide è un ragazzo molto creativo. Parla di tutto: cultura, lingua, storia, motivazione personale.Consigliato.

Podcast italiani che seguo (per studenti avanzati):

Il sito web The Fable Cottage, raccoglie storie in molte lingue diverse. Un sito web perfetto per i bambini, ma anche per gli adulti!

Scrivi

È utile tenere un diario per organizzare i pensieri. L’isolamento può mettere in difficolta la mente (challenge the mind) e scrivere è una buona terapia. Con un diario, possiamo anche liberare la nostra creatività (we can free our creativity).

Trovi a questo link alcune immagini di diari creativi. Lasciati ispirare (let them inspire you)!

Parla con i tuoi amici

Talk to your friends

Rimanere in contatto con gli altri è importante. Possiamo usare questi momenti di quarantena per contattare un amico che non sentiamo da un po’, scrivere un’email o una lettera. Se sei una persona social e vuoi parlare in italiano con un gruppo di persone che amano la lingua italiana, puoi unirti al gruppo Facebook di Pensieri e Parole. Parliamo di italiano, in italiano!

Se vuoi approfittare di questo tempo per studiare l’italiano, puoi prenotare una lezione di prova con me qui. È gratuita.

If you want to take advantage of your free time and you want to study or practice Italian, you can book a trial class with me here. It’s free. 

Fai esercizio fisico 

Exercise

Anche a casa, è importante muovere il nostro corpo. Ci sono molti canali fitness su youtube. Prova a guardare video in italiano!

Se vuoi provare lo yoga, ti consiglio il canale della Scimmia Yoga.

Se vuoi fare yoga con i bambini, trovi un video interessante qui.

Sbizzarrisciti in cucina

Have fun in the kitchen!

La quarantena può essere un momento per imparare a cucinare! Piatti italiani, ovvio (Italian dishes, of course!).

Giallo Zafferano è il blog di cucina più famoso d’Italia. Trovi tante ricette e videoricette, compresa quella del Tiramisu, della Pizza e delle Lasagne

Se ti piacciono i profili Instagram con il cibo, io seguo questo, questo e questo.

Ascolta buona musica

Listen to good music

Riempi la tua casa di buona musica (fill your house with good music). La musica aiuta nei momenti difficili e ci rilassa. Se ti piace ascoltare musica italiana, qui puoi trovare alcune playlist che ho preparato sul mio canale Spotify. 

Per gli amanti dei musei

Molti musei italiani e stranieri stanno aprendo le proprie porte in modo virtuale. Puoi in questo modo visitare il Museo Egizio di Torino, i Musei Vaticani o il Museo della birra Peroni.

Scopri di più

 

Questi sono i consigli per oggi. Hai consigli per cose da fare in casa? Scrivili nei commenti!

Imparare una lingua è un atto politico

Alcuni pensieri e un augurio per il 2020.

Per ascoltare mentre leggi:

Perché imparare una lingua straniera? Perché sopportare (to bear) quell’ imbarazzo, quella frustrazione che sentiamo quando proviamo a parlare in una nuova lingua? Perché quella fatica? E quegli esercizi di grammatica… Oh mamma…

Con l’inizio del 2020 ho pensato molto al mio lavoro, all’Italia e ai motivi che mi spingono (encourage me) a creare il podcast. Voglio condividere alcune di queste riflessioni con te.

Il mondo dei social può essere cattivo. I telegiornali in Italia raccontano una notizia peggio dell’altra. Le persone sono insoddisfatte del proprio paese ed emigrano. Il clima peggiora (gets worse) e ci sono disastri naturali.

Che cosa possiamo fare? Come rispondiamo a tutto questo? Quale è la nostra responsabilità nel mondo, nel nostro quartiere (neighborhood), nella nostra famiglia?

Possiamo fare una cosa molto semplice, ma potente: donare il nostro tempo alla condivisione e alla cultura. Parlare con gli altri è un atto politico. Condividere il tempo con altre persone è un atto politico. La cultura riempie la nostra vita, ci fa pensare, ci fa essere uomini e donne migliori. Imparare una lingua straniera è un atto politico.

Quando impariamo una nuova lingua doniamo il nostro tempo alla cultura. La cultura di un altro paese, la cultura di un altro tempo. Imparare una lingua straniera ci fa entrare in contatto con altre realtà, diverse dalla nostra.

Quando impariamo un’altra lingua cambiamo, siamo persone diverse. E mentre conosciamo gli altri, conosciamo anche noi stessi. Vediamo che possiamo fare cose straordinarie, possiamo comunicare senza barriere, possiamo viaggiare senza paura, possiamo sognare. Nell’incontro con un’altra cultura e con un’altra persona ci sentiamo bene.

Quando impariamo l’italiano, ci sono tre aspetti importanti nel nostro viaggio:

1 – Ascoltare

Ascoltare gli altri e ascoltarci dentro (listen to others and listen to ourselves). L’ascolto è il primo livello per imparare una lingua.

Possiamo ascoltare storie del presente o del passato, possiamo ascoltare musica. Possiamo ascoltare anche senza capire tutto.

I podcast sono un buon modo per ascoltare ed entrare in un altro mondo. Con i podcast possiamo imparare mentre camminiamo con il nostro cane, laviamo i piatti o andiamo al lavoro.

Nel 2020 ti consiglio di ascoltare tanto. Riempi (to fill) la tua casa di musica, interviste, parole.

2 – Leggere

Leggere è uno strumento molto potente.

Con un libro in mano non ci sentiamo soli. Possiamo parlare con qualcuno anche senza aprire la bocca. Con un libro possiamo viaggiare senza lasciare il divano di casa (without leaving the sofa). Leggendo impariamo dagli autori del passato e non siamo soli. Possiamo imparare, immergerci nella cultura (immerse ourselves in culture). 

Ti auguro di leggere molti bei libri quest’anno ( Vuoi consigli? Seguimi su YouTube. Presto in arrivo consigli di lettura).

3 – Parlare

Parlare è un po’ l’obiettivo finale del linguaggio. Parliamo per chiedere qualcosa. Parliamo per fare amicizia e non sentirci soli. Parliamo per capire i nostri sentimenti. Parliamo per esplorare il mondo e capire la vita.

Possiamo parlare in forma scritta ( con una cartolina per esempio) o parliamo con la nostra bocca.

In ogni caso, parlare è un modo di capire il mondo.

Nel 2020 ti auguro di parlare molto in italiano, di ordinare molti cappuccini e di incontrare molti nuovi amici (so che parlare è abbastanza spaventoso, se vuoi un aiuto, mi trovi qui).

Questo è il mio augurio per te per il 2020.

Ti auguro di sperimentare, osare, scoprire, parlare, imparare. Ti auguro di perderti in una piccola città italiana. Ti auguro di incontrare persone curiose, generose e accoglienti. Ti auguro di incontrare te stesso/a. 

 

Per questo articolo mi sono ispirata a un interessante testo di Oliver Burkeman sul The Guardian: It’s not enough to have a day off: you need others to share it with

Integra l’italiano nella tua vita – 6 consigli pratici

Abbiamo parlato di quanto sia importante la routine nella nostra vita. Siamo animali abitudinari e le cose ripetute ci trasmettono sicurezza.

Anche le persone che viaggiano molto o le persone che hanno un lavoro flessibile hanno una specie di routine. Ci sono gesti che facciamo che si ripetono.

Oggi voglio darti alcuni consigli per integrare l’italiano nella vita di tutti i giorni. Sono cose piccole, ma che possono fare la differenza.

Io penso che studiare una lingua non debba essere solamente un passatempo. Stai infatti imparando a usare uno strumento che può aprire il tuo mondo e i tuoi orizzonti. Puoi conoscere persone che la pensano come te, persone da altri paesi, con cui puoi iniziare un dialogo stimolante e di crescita.

A volte chiudiamo lo studio di una lingua straniera a un’ora alla settimana. Poi basta, chiuso il computer dimentichiamo che sappiamo parlare l’italiano.

Qui alcuni consigli per integrare con piccoli gesti l’italiano nella tua vita:

La lista della spesa

Tutti noi andiamo a fare la spesa ogni settimana, giusto?

Beh, perché non scrivere la lista della spesa in italiano? Questa è una cosa pratica, semplice e ripetuta che possiamo fare tutti. In questo modo l’italiano diventa la lingua della spesa! E se devi fare una lista per tuo marito o tua moglie, puoi scriverla in due lingue. In questo modo anche lui o lei possono imparare l’italiano in preparazione alle vostre prossime vacanze in Italia!
La lista della spesa è pratica e permette di imparare un vocabolario di uso quotidiano.

Video di cucina

Ti piace cucinare? Allora puoi cucinare un piatto in italiano qualche volta. In generale puoi guardare la ricetta in Italiano. Ci sono molti video su youtube con ricette buone e originali. Se non parli bene l’italiano, non importa. I video hanno immagini che possono aiutarti a seguire la ricetta senza sbagliare.

Agenda

Hand-drawn blue desk calendar illustration

Uso la mia agenda per programmare le mie lezioni e i miei appuntamenti. Sulla mia agenda scrivo anche le cose che devo fare o comprare.

A volte scrivo in italiano, a volte in inglese.

Per integrare l’italiano nella tua vita, inizia a scrivere sulla tua agenda in italiano. Puoi iniziare anche con un solo giorno o due a settimana. L’importante è scegliere un giorno preciso e mantenere l’impegno.

Flashcard

Hai mai sentito parlare di flashcards? Le flashcards sono delle carte dove possiamo scrivere le parole nuove. Da un lato scriviamo la parola nuova e dall’altro la traduzione nella nostra lingua. Ci sono molti programmi di flashcards digitali che possiamo scaricare comodamente sul nostro cellulare (i miei preferiti sono Quizlet e Memrise). A me, però, piacciono ancora i metodi tradizionali e creo le mie flashcards a mano.

Scrivere è per me un buon modo per memorizzare.

Istruzioni:

Prendi un contenitore (un vasetto, una scatola, un cestino), carta e penna. Inizia a creare le tue flashcard. Ogni sera, prima di andare a dormire oppure ogni mattina prima del caffè pesca una parola e ripassala.

Quando una parola è famigliare e l’hai memorizzata, toglila dal cestino.
Puoi praticare con parole oppure con intere frasi (utile se devi programmare una vacanza).

 

Post it

Anche i post-it sono un ottimo modo per ampliare il vocabolario. Puoi attaccare post -it sugli oggetti intorno a te. La ripetizione visuale ti aiuterà a memorizzare meglio.

Inizia con informazioni oggettive e incolla i post – it su oggetti in casa che non conosci: mensola, specchio, asciugamano, interruttore.
Quando conosci i nomi degli oggetti puoi iniziare a scrivere cose astratte, parole che descrivono alcune caratteristiche dell’oggetto.

Qui alcuni esempi:

  • Interruttore > utile > acceso / spento
  • Mensola > reggere > arredamento
  • Divano > accomodante > imbottito

Scambi linguistici e conversazioni

Sono una persona estremamente pigra e per me fare sport è sempre un problema. Ultimamente però faccio sport con un amico. Avere un appuntamento fisso sulla mia agenda mi aiuta a sconfiggere la pigrizia.

Quando sento la voce nella mia testa che dice: “Dai Linda, rimani a casa a guardare un film”.
Rispondo: “Non posso!”.

Il mio senso di responsabilità è più forte della pigrizia momentanea. E questo fa bene alla mia mente, al mio corpo e alle mie relazioni sociali.

L’italiano è la stessa cosa. Parlare una lingua è questione di pratica e allenamento. La lingua si arruginisce se non la usiamo. Se abbiamo un appuntamento è più facile mantenere una pratica costante. Inoltre, l’ansia (in giusta dose) e la voglia di comunicare con un’altro essere umano ci aiutano a memorizzare meglio e studiare con più piacere.

Fortunatamente, ci sono molti modi per fare questo online. Non è importante dove siamo, con internet possiamo trovare un modo per parlare con qualcuno in Italiano.

In particolare è possibile:

 

Per oggi i consigli sono finiti. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi. Puoi scrivere qui sotto nei commenti oppure unirti al gruppo Facebook di Speak Italiano!

Trasforma l’italiano in routine. Consigli pratici

 

Siamo tutti molto impegnati. A volte pensiamo di non aver tempo per iniziare a studiare una lingua straniera. E questa sensazione riguarda anche altri aspetti della nostra vita: fare sport, leggere, dedicare tempo alla nostra famiglia, imparare qualcosa di nuovo.

Forse però questa mancanza di tempo è un’illusione e con alcune piccole tecniche possiamo integrare lo studio di una lingua straniera o la lettura nella vita di tutti i giorni.

Secondo uno studio di Agicom, un italiano medio passa una media di 4 ore davanti alla televisione. In aggiunta, passiamo quasi due ore al giorno sui social.

Molto tempo, giusto?

E se usassimo anche solo un’oretta al giorno per imparare le lingue o qualcosa di nuovo?
Con questo articolo voglio darvi alcuni consigli per integrare lo studio dell’italiano nella vostra vita quotidiana.

1 – il potere delle abitudini

Le abitudini sono quello che facciamo per sentirci sicuri. Sono i gesti spontanei e automatici, quei momenti del giorno che ci fanno sentire a casa.
In un interessante studio pubblicato nel 2013, il vincitore del premio Pulitzer Charles Duhigg, parla dell’importanza delle abitudini.

Il giornalista dice che tutti noi siamo governati dalle nostre abitudini, anche se non sempre lo sappiamo. Dice che con piccoli stratagemmi, possiamo imparare a governare le nostre abitudini e cambiarle.
Ma come? Prima di tutto dobbiamo essere consapevoli delle cose che facciamo. Riconoscere un’abitudine malsana è il primo passo per riuscire ad analizzarla e cambiarla.

Esercizio:

Fate una lista delle cose che vi piacerebbe cambiare o delle abitudini che avete e vi piacerebbe eliminare. Esempi:

  • Controllare il cellulare prima di dormire
  • Usare il computer fino a tardissimo

Osservate il tempo che perdete a fare qualcosa che non porta vantaggi, piacere o nuove conoscenze nella vostra vita.

2 – Segnale, routine, gratificazione

Una volta individuata l’abitudine dannosa, osservatela. Lo stesso Duhigg dice che ogni abitudine è formata da tre parti: segnale, routine e gratificazione. Ogni abitudine ha un segnale che la scatena. Può essere un’abitudine che abbiamo da tempo, un bisogno tattile, un sentimento di solitudine. Alcuni luoghi possono stimolare l’inizio dell’abitudine, stimoli visivi oppure orari. Questo segnale arriva al nostro cervello e ci fa credere che se faremo una determinata azione, avremo un premio, una gratificazione.

Una persona che ama fumare ad esempio, si sveglierà la mattina e sentirà il bisogno di accendere una sigaretta subito dopo il caffè. Forse quello è un momento di risveglio oppure un momento di riflessione con se stessi. La sigaretta porta in questo caso una gratificazione momentanea, un piacere che però scompare subito dopo che l’abbiamo accesa.

Cosa dobbiamo fare allora per cambiare questi meccanismi?

Charles Duhigg suggerisce di sostituire la routine (cioè la parte centrale del processo), ma mantenere il segnale e la gratificazione. In questo modo: quando individuiamo il segnale del nostro corpo che sente il desiderio di una sigaretta, sostituiamo il gesto dell’accensione con qualcos’altro. Forse una breve camminata nel parco, un disegno oppure un bicchiere d’acqua fredda. In questo modo possiamo sostituire piano piano l’abitudine dannosa con una sana e positiva per la nostra salute.

Come possiamo applicare tutto questo allo studio dell’italiano?

Prima di tutto possiamo individuare un momento della giornata che è libero e che possiamo dedicare all’italiano. È importante che sia un momento preciso, in un determinato orario. Può essere la mattina appena svegli, appena dopo il caffè oppure poco prima di andare a dormire. Può anche essere sotto la doccia. Ma deve essere un momento preciso e dobbiamo prendere un impegno.

Esercizio:

Pensa alla tua giornata. Individua alcuni momenti liberi e fai una lista. Non serve molto, basta avere almeno 15 minuti liberi ogni giorno.

Pensa a un momento in cui puoi concentrarti e fermarti.
Scarica il tracker di Speak Italiano e preparati all’inizio delle danze!

Segnale

Scegli un segnale per la nuova routine che vuoi innestare nella tua vita. Il segnale deve essere qualcosa di pratico e preciso.

Alcuni esempi per aiutarti:

  • Quando preparo colazione ascolto un podcast in italiano
  • Mentre bevo il caffè dopo pranzo leggo un paragrafo in italiano

 

Pensa poi a un premio, una gratificazione. Questo premio può essere giornaliero o settimanale. Forse un cioccolatino, oppure 10 minuti della serie che ti piace, un dolcetto, un massaggio. La gratificazione è qualcosa di molto importante. La gratificazione crea nel nostro cervello il desiderio di una cosa bella che arriverà e può motivarci allo studio e alla costanza. Forse puoi programmare una vacanza in Italia come gratificazione!

Puoi sperimentare con le gratificazioni, i premi che dai a te stesso. Puoi in questo modo vedere che cosa funziona meglio per te.

La gratificazione è molto importante perché crea in noi il desiderio della routine. Il classico biscottino che diamo al nostro cane se si comporta bene. Quando il processo di routine è attivo, il nostro cervello sente la gratificazione ancor prima di mangiare il biscotto!

In questo modo, anche imparare una lingua può diventare una buona abitudine. Con soddisfazione e gratificazione.

Image by Kanenori on Pixabay

Chi va piano, va sano e va lontano

Adesso pensa a un obiettivo pratico. Fai una lista di desideri e scegli qualcosa da iniziare e portare avanti per 30 giorni. Ma attenzione: deve essere qualcosa di realistico. Se non hai mai visto il Giapponese in vita tua, non puoi pensare di leggere un intero libro in giapponese.
Non devi lasciare spazio alla frustrazione. Per questo devi scegliere un obiettivo realizzabile. Deve essere qualcosa di stimolante e che porta a un miglioramento, senza essere troppo difficile.
Ti consiglio di dividere il tuo obiettivo finale in piccoli passi, piccoli livelli progressivi da superare.

Allena la tua forza di volontà: prevedi momenti di fallimento

Il fallimento fa parte della vita. Non è semplice creare nuove abitudini e devi prevedere alcuni momenti in cui non riuscirai a seguire i tuoi propositi. Questo però non deve spaventarti o farti desistere.

Nello stesso studio, Charles Duhigg riporta alcuni esperimenti che sono stati fatti negli Stati Uniti su gruppi che appartengono a classi sociali diverse. In tutti gli studi è emerso che le persone che immaginano le difficoltà e pensano in anticipo a come superarle, hanno più successo. Questo perché hanno un programma, un piano d’azione anche per gli imprevisti o le difficoltà.

Prevedi un piano B.

Quando ti senti scoraggiato ad esempio, puoi parlare con qualcuno. Di solito le persone che sono preparate per i momenti di scoraggiamento si arrendono meno e superano meglio questi momenti. Parlare con gli altri è sempre un buon modo per riprendere le energie.

Se vuoi, puoi unirti al gruppo Facebook di Speak Italiano: qui ci scambiamo idee e consigli, parliamo di letteratura e usiamo l’italiano per imparare insieme.

Se vuoi leggere il libro di Charles Duhigg lo trovi qui.

Se vuoi inserire nella tua routine una conversazione o lezione in Italiano con me, puoi trovare maggiori informazioni su lezioni individuali e di gruppo qui sul mio sito.

Buona fortuna e buona programmazione!

Se ti è piaciuto questo articolo, per favore, condividilo! Mi farebbe tanto piacere. Grazie!