17 – G come Giappone

Un mini viaggio nel paese del Sol Levante con l’episodio di oggi. Parliamo di Igort e dei suoi meravigliosi Quaderni Giapponesi. Leggo poi per voi una storia presa da un libro di racconti giapponesi.
Siete stati in Giappone? Ci andreste?
Buon ascolto!

Trascrizione

E poi, immerso in quel silenzio mi perdevo per ore a disegnare o prendere appunti. Da Tokyo l’Europa, la mia vita di sempre, sembrava davvero lontana.

Per introdurre il tema di oggi, parto da un episodio di vita personale.

Il mese scorso sono stata per due settimane in Giappone. Due settimane non sono abbastanza per conoscere le meraviglie del paese del Sol Levante, avrei voluto stare per almeno tre mesi.
Comunque, mentre mi preparavo al mio viaggio per il Giappone ho consultato alcuni libri, guide turistiche e romanzi di persone che avevano già viaggiato in questo paese.
Fra tutti, sono rimasta fortemente affascinata da un fumetto, una graphic novel di un fumettista italiano che si chiama Igort.

L’ultima volta abbiamo parlato del fumetto e così, con l’episodio di oggi, vorrei collegarmi all’ultimo argomento. Oggi parliamo di Giappone. Non avevo mai letto niente di questo fumettista, di Igort, e sono rimasta felicemente sorpresa.

Mi piacciono molto i fumetti e quando posso cerco nuove letture.
Il libro mi ha aiutato molto a entrare nello spirito giapponese e si chiama Quaderni Giapponesi” – Un viaggio nell’impero dei segni“.

Due parole su Igort

Igort è il nome d’arte di Igor Tuveri. È un artista poliedrico, che analizza diverse forme espressive ed è anche un eterno viaggiatore. Ha pubblicato numerose graphic novel, numerosi fumetti, premiati e apprezzati dal pubblico. È illustratore ed editore e pensate che è  stato il primo occidentale a disegnare un manga in Giappone. Lodevole! Ha pubblicato su tutte le più prestigiose riviste italiane e internazionali.

Ha viaggiato molto in Giappone. I suoi libri sono un misto fra graphic novel, fumetto e giornalismo. È un artista molto originale e vi consiglio sicuramente i suoi libri.

I Quaderni Giapponesi

I Quaderni Giapponesi sono due volumi, cioè due libri. L’autore è originario di Cagliari, in Sardegna e racconta dei suoi numerosi viaggi, appunto in Giappone, e del suo rapporto personale e professionale con questo paese affascinante. Sono scritti sottoforma di diario, con storie e leggende giapponesi mescolate a momenti di vita quotidiana che lui stesso ha vissuto in Giappone.

I disegni sono davvero sconvolgenti, così belli che è possibile fermarsi 5 minuti su una sola pagina a osservare tutti i particolari.

Igort ha lavorato come fumettista in Giappone e nel suo stile originalissimo, mescola tecniche di disegno occidentale a pagine con uno stile più nipponico, più stile giapponese.
Avrei voluto leggervi una piccola parte di questo fumetto, ho cercato tanto. Poi però ho capito che è molto difficile trasmettere con l’aiuto solo della mia voce, la bellezza di questo capolavoro. Ho deciso di mettere nella descrizione del podcast il link al sito di Igort che vi invito a visitare: i disegni sono molto molto belli e troverete tutti i suoi libri, le sue pubblicazioni.

E oggi vi leggo un piccolo racconto giapponese che ho preso da un piccolo e grazioso volumetto intitolato “Racconti dei saggi del Giappone”, edito da L’ippocampo.

 

Andiamo, il racconto si intitola: I due monaci e la Geisha

(…)

Racconti dei saggi del Giappone, edizioni l’Ippocampo, p.63

Trovate il libro qui. 

Fine!

Siete stati in Giappone? Che cosa ne pensate? Se volete, cercate la pagina di Speak Italiano su Facebook e parliamone! Sarei molto felice di sentire le vostre opinioni.

 

Buona settimana,

Parliamo presto,

ciao ciao.